Diritto di Famiglia (separazioni, divorzi e modifica delle condizioni)

Il matrimonio, è un negozio giuridico con il quale un uomo e una donna dichiarano con le dovute formalità di volersi prendere reciprocamente per marito e moglie, formando così una famiglia, anche se a volte le cose possono non andare come previsto.

Purtroppo, in alcuni casi possono generarsi condizioni di insostenibilità della convivenza, della saturazione del rapporto oppure degli errori commessi dal partner i quali non consentono di più di sostenere gli impegni presi con il matrimonio e pertanto la coppia decide di separarsi.

Pertanto, quando il rapporto con il partner a causa della compromessa fiducia o della serenità psichica di un coniuge, diventa definitivamente insostenibile ed irrecuperabile, occorre evitare di considerare la questione un fallimento ma una fase della propria vita alla quale porre il rimedio migliore per il momento, successivamente anche modificabile.

Ancora, non bisogna mai dimenticare che ogni problema ha la sua soluzione, se risolto per tempo, con lucidità ed affidato ad un avvocato esperto del settore.

Infatti, la scelta dell’avvocato matrimonialista e quindi esperto nel diritto di famiglia non è sicuramente la cosa più semplice, poiché la questione deve trattare dei temi delicati, economici e comunque strettamente personali e comunque deve essere in grado di accompagnare nella scelta delle soluzioni più congrue non dettate dall’ira o dalla delusione.

Invero, l’approccio con l’avvocato matrimonialista nella prima consulenza deve essere sia finalizzato a valutarne la specializzazione nel diritto di famiglia, ma al tempo stesso se sussiste il rapporto di fiducia necessario per gestire una materia così delicata e “personale”, sia per la particolare attenzione dovuta alla persona ma soprattutto alle condizioni migliori per i figli, se ovviamente ce ne sono.

Lo Studio Legale Menghetti & Partners a Roma, con i sui avvocati matrimonialisti, infatti offre la prima consulenza gratuitamente finalizzata alla conoscenza tra il cliente ed i professionisti, della relativa problematica e della migliore soluzione che il diritto di famiglia prevede nel suo esclusivo interesse.

All’esito della prima consulenza, è nel pieno diritto di scegliere e valutare serenamente se i professionisti avvocati conosciuti sono, realmente di propria fiducia e se la soluzione prospettata rispetta le proprie esigenze.

In tale predetta occasione, ovvero della prima consulenza gratuita, gli avvocati matrimonialisti dello studio, rappresenteranno che con la nuova Legge lo scioglimento della comunione dei beni tra i coniugi (ante riforma previsto con il passaggio in giudicato della sentenza di separazione) è anticipato all’udienza di comparizione, quando il presidente del Tribunale, autorizza i coniugi a vivere separatamente (per le separazioni giudiziali), ed alla data di sottoscrizione del verbale di separazione omologato (per le separazioni consensuali).

Ancora, che la possibilità di avvicinarsi ad una separazione consensuale eviterà o almeno tenterà di evitare la separazione di tipo giudiziale, la quale ridurrà sia i tempi per poter in futuro legittimare la domanda di divorzio (separazione consensuale 6 mesi e separazione giudiziale 12 mesi) ed infine non ultimo, eviterà inutili ostilità tra i coniugi ridurrà i tempi ed anche i costi.

Ulteriormente, verrà prospettato dagli avvocati dello studio esperti nel diritto di famiglia, la possibilità di sottoscrivere il divorzio breve congiuntamente, velocemente e che porti ad un accordo sulle condizioni economiche, all’affidamento ed al mantenimento della prole, all’assegnazione della casa coniugale e quant’altro.

Inoltre, è possibile richiedere la propria consulenza allo studio legale Menghetti & Partners a Roma, oltre che per una separazione ed un divorzio breve, anche al fine di valutare la possibilità di modificare le condizioni stabilite dalle parti o dal Giudice, per sopraggiunte impossibilità o nuove esigenze, specie in presenza di figli minori.

Orbene, è anche possibile rivolgersi ad un avvocato matrimonialista al fine di presentare un ricorso per veder convocati entrambi i coniugi, applicati gli opportuni provvedimenti (oltre che per la separazione o il divorzio) anche per ordinare le eventuali modifiche delle condizioni in corso.

Ancora, il Giudice può ammonire il genitore inadempiente, disporre il risarcimento dei danni a carico dell’altro coniuge o nei confronti del minore, disporre il risarcimento dei danni, oppure condannare il genitore inadempiente al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria o modificare le condizioni di affidamento dei figli.

Per quanto fin qui esposto è buona norma, farsi assistere da un esperto nel diritto di famiglia, per poter conoscere e valutare attentamente tutte le strade percorribili, scegliere la via migliore da percorrere ed il provvedimento più congruo da richiedere, sia nel proprio interesse che dei propri figli al momento o per modificare le condizioni stabilite in precedenza.