Top
Le guide dello Studio Legale
INFORTUNISTICA STRADALE

Compilare la constatazione amichevole (CAI, Modulo Blu o ex CID): ecco la guida

In caso di incidente anche lieve, come può essere un banalissimo tamponamento, è sempre consigliabile compilare la constatazione amichevole di incidente.

 

Non tutti sanno però come si compila il vecchio e (non) amato CID, anzi molti lo ignorano proprio, mentre molti altri credono che compilare la constatazione amichevole sia un’attività semplice, essendo “solo” un modello prestampato da riempire.

 

Può capitare, invece, che dopo un sinistro stradale ci si ritrovi sotto shock o arrabbiati e questi stati d’animo possano togliere la lucidità.

 

Sbagliare a compilare la constatazione amichevole può voler dire allungare i tempi per l’ottenimento del risarcimento e, a volte, può comprometterne il risarcimento ottenuto.

 

Lo Studio Legale Menghetti & Partners, specializzato dal 2006 in risarcimento del danno da sinistro stradale e nominato Studio Legale dell’Anno 2020 dal Sole 24 Ore, ha ricevuto moltissimi moduli CAI compilati in maniera errata, che hanno complicato l’ottenimento del giusto risarcimento.

 

Per questo ha redatto questa guida evidenziando le parti dove prestare attenzione e dando dei consigli per aiutare le persone a compilare la constatazione amichevole di incidente.

Cos’è, com’é fatta e a cosa serve la constatazione amichevole

Conosciuto anche come modulo blu, erroneamente chiamato ancora modello CID, il modulo CAI, acronimo di Constatazione Amichevole di Incidente è un modulo prestampato, con la funzione di “denuncia di sinistro”, rilasciato gratuitamente dalle compagnie assicurative.

La constatazione amichevole è composta da due pagine copiative che, se compilate correttamente e sottoscritte dalle due parti coinvolte in un incidente stradale, diventa un accordo tra le parti sulle reciproche responsabilità in merito alla dinamica dell’incidente stradale.

Infatti, l’art 143, co 2, del C.d.A. “denuncia di sinistro” espressamente cita:

“Quando il modulo sia firmato congiuntamente da entrambi i conducenti coinvolti nel sinistro si presume, salvo prova contraria da parte dell’impresa di assicurazione, che il sinistro si sia verificato nelle circostanze, con le modalità e con le conseguenze risultanti dal modulo stesso”

 

ATTENZIONE: la constatazione amichevole è formata da quattro copie in carta copiativa (devi compilare solo le due pagine iniziali, assicurandoti che gli altri fogli siano sotto).

Il modulo CAI, inoltre, serve a ridurre le tempistiche per l’ottenimento del risarcimento, infatti con la consegna della constatazione amichevole i tempi per i quali la compagnia assicuratrice è obbligata a presentare l’offerta possono abbassarsi fino a trenta giorni (Vedi: constatazione amichevole: tempi per il risarcimento).

 

Constatazione amichevole: quando farla

Il modulo CAI va compilato in caso di sinistro stradale per descrivere nell’immediatezza dell’evento la dinamica, le responsabilità e i danni riportati in seguito all’urto tra due veicoli a motore.

ATTENZIONE: In caso di sinistro stradale con più di due veicoli, si può effettuare una constatazione amichevole (quindi tutti i conducenti devono essere d’accordo), ma devono essere compilati più moduli CAI (es. in caso di tamponamento tra tre veicoli, dove il veicolo 1 ha tamponato il veicolo 2, che a sua volta ha urtato il veicolo 3, vanno compilate due constatazioni amichevoli distinte. Un modulo tra il veicolo 1 e il veicolo 2, uno tra il veicolo 2 e il veicolo 3. In questo vanno riportati sul retro della prima pagina di entrambi i moduli tutti i dati del veicolo escluso. Vedi esempio grafico sotto).

Studio Legale Menghetti Roma - Come Compilare Correttamente Il Modulo Cai - Esempio Danno A Terzi

ATTENZIONE: la constatazione amichevole va compilata, soprattutto se si ritiene di aver ragione, al fine di far confermare alla controparte le proprie responsabilità, la quale successivamente potrebbe anche ritrattare sulla propria condotta di guida.

Lo Studio Legale Menghetti, nominato Studio Legale dell’Anno 2020 dal Sole 24 Ore, consiglia di compilare in ogni caso il modulo CAI, anche nella eventualità che l’altro conducente non voglia confermare l’effettiva dinamica dell’incidente.

Come compilare la constatazione amichevole

La constatazione amichevole va fatta congiuntamente dai due conducenti dei veicoli interessati (quindi va compilato un solo modulo CAI), scrivendo in maniera chiara, leggibile e in stampatello.

Nel riempire i campi del modulo CAI bisogna prestare molta concentrazione, affinché possa svolgere la sua funzione di condurci al risarcimento del danno da sinistro stradale nel minor tempo possibile e non generare, al contrario, dubbi sulla dinamica dell’incidente.

Consiglio: se ti trovi sotto shock per via dell’incidente stradale evita di compilare la constatazione amichevole frettolosamente o di far inserire i dati alla controparte. Se non ti senti in grado di compilarla da solo contatta il tuo Legale di fiducia per evitare di compromettere il risarcimento.

Compilare il modulo CAI: prima pagina

La prima pagina si suddivide fondamentalmente in quattro parti:

1. DATI COMUNI

La parte iniziale bianca nel modulo di constatazione amichevole va compilata con tutti i dati comuni del sinistro.

  • Punto 1 del CAI: va compilato con la data e l’ora dell’incidente;
  • Punto 2 del CAI: va compilato con il luogo dov’è avvenuto (comune, provincia, via e numero);
  • Punto 3 del CAI: va barrata la casella “SI/NO” per indicare se vi sono feriti anche lievi e, nel caso ci siano, vanno riportate le generalità di questi nella seconda pagina. Infatti, potrebbe capitare che il modulo sia sprovvisto della seconda pagina e, in questa ipotesi, le informazioni sui feriti possono essere inserite sul retro della prima. Ricorda che la constatazione amichevole è fatta in carta copiativa, dunque ciò che scrivi dietro la prima pagina va trascritto su tutte e quattro le copie e firmato da entrambi i conducenti (presta attenzione a non scrivere con le altre copie sotto per evitare di trascriverci sopra);
  • Punto 4 del CAI: si compone di due caselle “SI/NO” relative a voci differenti e vanno entrambe compilate:
    • Va barrata la casella “SI/NO” relativa ai danni materiali ad altri veicoli oltre ad “A” e “B” (es. un terzo veicolo). Nel caso vada barrate la casella “SI”, vanno riportati i dati relativi ai veicoli danneggiati nel retro della prima pagina e ricorda sempre che essendo carta copiativa va trascritto su tutte e quattro le copie;
    • Va barrata la casella “SI/NO” relativa ai danni a oggetti che non siano veicoli (es. danni al casco, al cellulare, ecc.). Nel caso vada barrata la casella “SI”, si devono riportati i dati relativi agli oggetti danneggiati nel retro della prima pagina;
  • Punto 5 del CAI: va compilato con i dati dei testimoni del sinistro precisando se sono dei trasportati dei veicoli A o B e le loro generalità (almeno nome e cognome).

ATTENZIONE: oltre che qui vanno riportate le generalità nella pagina due, se presente.

Consiglio: al punto 3 del CAI, “feriti anche se lievi”, se non si è sicuri sul proprio stato di salute, anche se i dolori sembrano gestibili, è consigliabile spuntare la casella “SI”. Nel dubbio, è meglio non mettere nessuna crocetta.

2. VEICOLI A e B

La sezione blu, a sinistra, e la sezione gialla, a destra, del modulo di constatazione amichevole di incidente vanno compilati interamente con i rispettivi dati dei due veicoli coinvolti.

  • Punto 6 del CAI: va compilato con i dati dell’assicurato.

ATTENZIONE: i dati vanno presi dal certificato assicurativo sia per verificare la correttezza degli stessi sia per non sbagliarsi;

  • Punto 7 del CAI: va compilato con i dati del veicolo.

ATTENZIONE: i dati vanno presi dal libretto del mezzo;

  • Punto 8 del CAI: va compilato con i dati della compagnia di assicurazione.

ATTENZIONE: i dati vanno presi dal certificato assicurativo sia per verificare la correttezza e la validità dell’assicurazione sia per non sbagliarsi;

  • Punto 9 del CAI: va compilato con i dati del conducente.

ATTENZIONE: i dati vanno presi dalla patente di guida così da verificarne la validità e la correttezza;

  • Punto 10 del CAI: va disegnata una freccia che indichi il punto del veicolo dove vi è stato l’urto iniziale (es. se ti hanno tamponato e per colpa di questo hai urtato con la parte frontale un altro veicolo la freccia che devi apporre deve indicare solo il retro del tuo veicolo).

ATTENZIONE: è fondamentale posizionare una sola freccia sul veicolo esattamente dove è avvenuto l’urto iniziale perché servirà ad attribuire la responsabilità a una delle parti;

  • Punto 11 del CAI: va compilato con i danni visibili del veicolo (es: prendendo l’esempio del tamponamento descritto nel punto precedente dovrai scrivere sia i danni posteriori sia quelli anteriori);
  • Punto 14 del CAI: va compilato con eventuali osservazioni da parte del conducente del veicolo in questione, se il conducente non ha osservazioni va barrato.
Consiglio: al punto 11 del CAI “danni visibili al veicolo” dove se non si è sicuri di eventuali danni occulti è bene essere generici tipo: parte posteriore, parte anteriore, fiancata laterale sinistra, in modo da evitare di dimenticare qualcosa nel fare un eventuale elenco analitico delle parti danneggiate e non compromettere il risarcimento.

3. DINAMICA

La parte centrale bianca del vecchio CID va compilata con molta attenzione perché servirà ad attribuire la responsabilità del sinistro a una delle parti.

  • Punto 12 del CAI: contiene diciassette possibili scenari e va compilato inserendo una “X” nella casella che descrive la dinamica dell’incidente (es. prendendo sempre l’esempio di un tamponamento, dove il veicolo A viene tamponato dal veicolo B ed entrambi i veicoli procedevano nella stessa carreggiata, nella colonna gialla del veicolo B va messa una “X” nella casella 8 che descrive lo scenario “tamponava procedendo nello stesso senso di marcia e nella stessa fila”. Nella colonna blu del veicolo A non va inserito nulla).
    Studio Legale Menghetti Roma - Come Compilare Correttamente Cai - Esempio Punto 12

ATTENZIONE: alla fine delle diciassette caselle vi è un’ulteriore casella che va compilata con il numero di “X” inserite precedentemente per ogni veicolo (es. prendendo l’esempio di prima va inserito “0” per il veicolo A e “1” per il veicolo B);

  • Punto 13 del CAI: va effettuato un disegno chiaro e fedele dell’incidente al momento dell’urto inserendo il tracciato delle strade con i rispettivi nomi, la posizione dei veicoli al momento dell’urto, la direzione che avevano i veicoli prima dell’urto e i segnali stradali.
    Studio Legale Menghetti Roma - Come Compilare Correttamente Il Modulo Cai - Esempio Punto 13

4. SOTTOSCRIZIONE

La parte finale della prima pagina, in bianco e in posizione centrale, presenta lo spazio dove dovete firmare la constatazione amichevole.

  • Punto 15 del CAI: vanno inserite le firme, per esteso, di entrambi i conducenti dei veicoli.
    Studio Legale Menghetti Roma - Come Compilare Correttamente Il Modulo Cai - Esempio Punto 15

ATTENZIONE: per ottenere nei modi e nei tempi minimi previsti dalla legge l’offerta di risarcimento da parte della compagnia assicurativa occorrono anche le firme di entrambi i conducenti (Vedi: constatazione amichevole: tempi per il risarcimento).

Consiglio: prima di firmare la constatazione amichevole, soprattutto se pensi di aver ragione, assicurati che i dati inseriti siano corretti, perché un errore può sia allungare i tempi per il risarcimento sia comprometterlo. Se non sei sicuro conviene sempre contattare il proprio Legale di fiducia.

Compilare il modulo CAI: seconda pagina

La seconda pagina della constatazione amichevole denominata “altre informazioni” si suddivide in due parti:

1. AUTORITÀ

La parte iniziale della seconda pagina del CAI va compilata barrando la casella “SI/NO” per indicare se vi è stato o meno l’intervento dell’autorità e nel caso del “SI” va barrata anche la casella che indica quale autorità è intervenuta (Carabinieri, Polizia di Stato o Vigili Urbani).

2. VEICOLO A e B

Le due colonne relative ai veicoli A (colonna blu) e B (colonna gialla) qualora necessario vanno compilate, oltre che con la targa del veicolo, con le informazioni relative a:

  • Eventuali testimoni (quelli già riportati anche nella prima pagina);
  • I dati del proprietario del veicolo se diverso dall’assicurato inserito al punto 6 del CAI.

ATTENZIONE: i dati vanno verificati nel certificato assicurativo per il contraente e nel libretto del veicolo per il proprietario;

  • Eventuali Feriti.

ATTENZIONE: va indicato se sono stati ricoverati al pronto soccorso o meno (es. se un eventuale ferito è stato portato via dall’ambulanza va barrata la casella “SI”.
Studio Legale Menghetti Roma - Come Compilare Correttamente Il Modulo Cai - Esempio Feriti

Consiglio: qualora non vi siano altre informazioni relative ai veicoli A e B della seconda pagina è utile sbarrare le due colonne.

Constatazione amichevole: a chi consegnarla

Come detto in precedenza una volta compilato il modulo CAI, ogni conducente avrà a disposizione due copie (almeno una copia per conducente deve essere interamente leggibile).

Una delle due va consegnata a mezzo lettera raccomandata a.r. o tramite PEC alla propria compagnia assicuratrice perché ha validità come denuncia di sinistro, confidando che anche l’altro conducente faccia lo stesso con la propria.

Consiglio: invia “per conoscenza” la constatazione amichevole a tutte le compagnie di assicurazione dei veicoli coinvolti.

Constatazione amichevole: la denuncia di sinistro

L’art 143, co 1, del C.d.A. “denuncia di sinistro” espressamente cita:

“Nel caso di sinistro avvenuto tra veicoli a motore per i quali vi sia obbligo di assicurazione, i conducenti dei veicoli coinvolti o, se persone diverse, i rispettivi proprietari sono tenuti a denunciare il sinistro alla propria impresa di assicurazione, avvalendosi del modulo fornito dalla medesima, il cui modello è approvato dall’IVASS. In caso di mancata presentazione della denuncia di sinistro si applica l’articolo 1915 del codice civile per l’omesso avviso di sinistro.”

 

ATTENZIONE: la constatazione amichevole, avendo valenza di una denuncia di sinistro, va consegnata entro tre giorni dalla data del sinistro alla propria compagnia assicurativa.

Consiglio: se non sei sicuro di ciò che occorre rappresentare nel modulo CAI, prima di compilarlo contatta il tuo Legale di fiducia per evitare di compromettere anche parzialmente il risarcimento.

Constatazione amichevole: la richiesta di risarcimento

Il modulo CAI, anche se valido come denuncia di sinistro, non svolge la funzione di richiesta di risarcimento e quindi non basta inviarlo alla propria compagnia per considerarla una vera e propria richiesta danni.

La richiesta di risarcimento va consegnata alla propria assicurazione se l’incidente rientra nei casi in cui è possibile applicare il “Risarcimento Diretto”, negli altri casi, invece, va consegnata alla compagnia dell’altro conducente attraverso la “Procedura Ordinaria”.

  • Se si applica il risarcimento diretto, insieme alla consegna della constatazione amichevole, va fatta la richiesta di risarcimento direttamente alla propria compagnia;
  • Se si applica la procedura ordinaria va consegnata la constatazione amichevole alla compagnia assicuratrice del responsabile del sinistro, sempre insieme a una richiesta di risarcimento danni.

ATTENZIONE: sbagliare l’invio della richiesta di risarcimento danni vuol dire allungare i tempi per il risarcimento.

Constatazione amichevole: tempi per il risarcimento

I termini previsti dalla legge entro i quali la compagnia di assicurazione deve presentare l’offerta di risarcimento, se è stato utilizzato un modulo CAI correttamente compilato, sono:

  • 30 giorni per i danni materiali se i due conducenti hanno firmato insieme il modulo CAI (senza feriti);
  • 60 giorni per i danni materiali se solo uno dei due conducenti ha firmato il modulo CAI (senza feriti);
  • 90 giorni se vi sono danni fisici (con feriti).

ATTENZIONE: ottenuta la proposta di risarcimento, se non si ritiene soddisfacente, non sei obbligato ad accettarla. La compagnia di assicurazione sarà comunque tenuta a corrispondere la somma a titolo di acconto entro 15 giorni.

Risorse utili da scaricare

Lo Studio Legale fornisce:

  • La constatazione amichevole editabile online;
  • Il modulo di constatazione amichevole in formato pdf da stampare e compilare;
  • Un esempio di constatazione amichevole compilata.

Constatazione amichevole editabile online

Puoi compilare la constatazione amichevole online e successivamente scaricarla in formato pdf e scaricarla.

Leggi attentamente le indicazioni e i consigli forniti in precedenza per la corretta compilazione del modulo in modo da poter accorciare i tempi del risarcimento (Vedi: come compilare la constatazione amichevole).

ATTENZIONE: il modulo CAI per avere valenza di constatazione amichevole deve essere compilato e firmato.
DOWNLOAD

Modulo di constatazione amichevole (pdf)

Potete scaricare il modulo di constatazione amichevole (pdf) e compilare ogni sua sezione così come indicato sopra (Vedi: come compilare la constatazione amichevole).

Ricordate che sul modulo CAI compilato va apposta la firma di entrambi i conducenti per produrre gli effetti dell’art. 148 del Codice delle Assicurazioni Private ed essere valido come constatazione amichevole d’incidente.

DOWNLOAD

Esempio di constatazione amichevole compilata

Lo Studio Legale Menghetti & Partners mette a disposizione un esempio di constatazione amichevole compilata per aiutare a sciogliere i possibili dubbi che possono sorgere in fase di compilazione.
DOWNLOAD

Di: Studio Legale Menghetti & Partners

CONDIVIDI!

Studio Legale Menghetti Roma - Sole 24 Ore

Lo Studio Legale Menghetti & Partners è orgoglioso di comunicare di essere stato nominato tra i Migliori Studi legali del 2020 per la grande area di Roma

CONTACT FORM

Contattaci


Dichiaro di aver letto la Privacy Policy dello studio legale Menghetti & Partners e di acconsentire, ai soli fini del servizio richiesto, al trattamento dei miei dati personali. (Obbligatorio)

Il messaggio è stato inviato con successo

© 2021 Studio Legale Menghetti & Partners
- All Rights Reserved
- Privacy Policy
- P.IVA: 09614821008
- Logo design by Pamela Borrelli

Powered by